Piccolo prestito NoiPa, tutto quello che c’è da sapere: dai soggetti beneficiari all’estinzione

Che cos’è il piccolo prestito NoiPA?

Il piccolo prestito NoiPA è una particolare forma di finanziamento che può essere richiesta esclusivamente da quanti fanno parte del sistema NoiPA, ossia il sistema informatico che permette di processare ed elaborare la gestione degli stipendi della Pubblica Amministrazione. Si tratta di una cessione del quinto che non può superare un particolare importo, ossia quello di quattro mensilità nette, che in alcuni casi particolari possono essere ampliati fino a otto. Per poter accedere al piccolo prestito NoiPa, inoltre, è fondamentale che il richiedente abbia un conto corrente bancario intestato e che questo corrisponda con quello utilizzata proprio dal sistema informatico per l’accredito dello stipendio. Infatti, le somme da pagare per le rate verranno poi direttamente trattenute dallo stipendio dal sistema NoiPa. Una delle particolarità di questa forma di finanziamento è che esso può essere richiesto senza specificare la motivazione.

Come richiedere il piccolo prestito NoiPA

Come si può facilmente comprendere dal nome, questa forma di finanziamento prevede importi molto bassi. La somma massima richiesta, tuttavia, dipende dall’importo netto dello stipendio essendo calcolata su quattro mensilità nette. La particolarità di questo prestito è che esso va restituito necessariamente entro 48 mesi. In alcuni particolari casi, e solo se non siano presenti altri finanziamenti in contemporanea, è possibile richiedere un piccolo prestito NoiPA pari ad otto mensilità. Anche in questo caso, tuttavia, la rateizzazione per il pagamento del debito va calcolata su 48 mesi.

La richiesta del piccolo prestito da parte dei dipendenti del servizio informatico NoiPA può essere effettuata direttamente online, tramite una specifica piattaforma Self-Service. Utilizzando questo sistema online sarà molto più facile sbrigare le pratiche di richiesta visto che il riconoscimento e i dati del dipendente saranno automatici e la richiesta verrà inoltrata direttamente all’INPS. Il richiedente dovrà solo indicare la cifra richiesta senza specificare alcuna motivazione. La piattaforma permette anche di effettuare simulazioni ed esempi di  cessione del quinto dei preventivi e delle rate da versare.

Nonostante la richiesta online, il piccolo prestito NoiPA non è a erogazione immediata. I tempi medi per ottenere gli importi richiesti variano tra i 45 e i 60 giorni a seconda dei casi.

Il piccolo prestito NoiPA può essere anche rinnovato. Sempre tramite la piattaforma, infatti, si potranno effettuare diverse operazioni, come appunto, la richiesta di rinnovo. Per una nuova richiesta di piccolo prestito NoiPA, tuttavia, è necessario che il debito relativo alla richiesta precedente sia estinto.
La piattaforma Self-Service può essere utilizzata anche per rinunciare a una richiesta fatta precedentemente e ancora in fase di elaborazione. Infatti, entrando nella propria pagina personale si potrà sempre controllare lo stato di avanzamento della propria pratica e, in caso di elaborazione in corso, decidere di annullare la richiesta di finanziamento.

Uno dei più interessanti strumenti offerti dalla pagina per la richiesta del piccolo prestito NoiPA è sicuramente quello relativo al calcolo delle rate, ossia alla simulazione. Tramite questo strumento, infatti, sarà possibile valutare quale forma di rateizzazione risulta più conveniente e adatta alle proprie esigenze specifiche.